Colpo al narcotraffico internazionale al largo di Marettimo. E’ stata fermata una barca a vela carica di cinque tonnellate di droga:  valore al dettaglio circa 50 milioni di euro. Una segnalazione delle autorità antidroga francesi ha fatto scattare il blitz della Guardia di finanza al largo di Marettimo. L’indagine  ha portato all’arresto di tre cittadini turchi.

In meno di due ore dalla segnalazione francese, il monoalbero di 12 metri “Solen 1”, proveniente dalla coste magrebine del golfo di Oran, è stato individuato da un Atr 42 della Finanza decollato da Pratica di Mare: poi, sono intervenuti da due pattugliatori delle Fiamme Gialle, a circa 96 miglia da Marettimo. I tre membri dell’equipaggio sono stati bloccati e l’imbarcazione scortata verso il porto di Palermo. Nella stiva c’erano 187 colli di iuta su cui erano impressi sei diversi tipi di loghi, segno di una diversa provenienza. E ora le indagini puntano a risalire all’organizzazione dei traffici: dall’estate scorsa, “Solen 1” è la sesta imbarcazione che viene sequestrata nel Canale di Sicilia.

Le fiamme gialle del nucleo di polizia economico finanziaria di Palermo hanno lavorato con il supporto operativo del gruppo aeronavale di Messina e la collaborazione del servizio centrale investigazione criminalità organizzata hanno portato a termine, grazie anche al coordinamento internazionale con le autorità francesi e turche ed al supporto fornito dalla direzione centrale per i servizi antidroga italiana, una importante operazione che ha permesso di assestare l’ennesimo duro colpo al narcotraffico nel Canale di Sicilia.

 

Fonte: https://www.tp24.it